home
 

[12] Annunciazione e Storie di San Nicola (Annunciazione Martelli)
Firenze, chiesa di San Lorenzo, Cappella Martelli
Tempera su tavola, cm 175x183 (predella cm 18x188)


Non esistono documenti sulla commissione dell'opera ma la sua collocazione in San Lorenzo, nella Cappella degli Operai (detta Martelli dalla fine del XVI secolo), sembra quella originale. Le Storie di San Nicola contenute nella predella sarebbero legate al nome di Niccolò Martelli, tra i patrocinatori della ricostruzione della basilica quando questa divenne la chiesa parrocchiale della famiglia Medici. La datazione della pala è oggi collocata intorno al 1440 per il grado di maturazione del disegno e della prospettiva. La scena è ambientata in una complessa scenografia architettonica, con spunti che rivelano l'interesse del Lippi per l'arte fiamminga (Meiss 1956), mentre l'atteggiamento della Vergine discende dalla tradizione trecentesca ma passando dal modello dell'Annunciazione Cavalcanti di Donatello in Santa Croce. Le tre scene della predella, di grande efficacia drammatica, riportano a quelle della Pala Barbadori, con cui sono state notate affinità e l'ipotesi più seguita dalla critica è quella di un'esecuzione con un assistente oggi identificato in Giovanni di Francesco, che lavorò nella bottega del Lippi dal 1440-'41.






  La vita di Filippo Lippi
Lucrezia Buti
L'arte di Filippo Lippi
Archivio opere
La fortuna critica
Bibliografia